Esplorando il Cash Collect con Focus su JD.com, Alibaba e Baidu

Tra le nuove emissioni di febbraio, oggi parliamo di un prodotto focalizzato su un basket con sottostanti tre fra le principali società cinesi: JD.com, Alibaba e Baidu.

Lo strumento è un cash collect, con ISIN DE000VU21RQ5, emesso da Vontobel in data 06/02/2023 e con scadenza a 3 anni. Paga una cedola annua del 9% su base trimestrale (2,25%). Ha una barriera a protezione del capitale e condizionata per l’incasso del premio ricorrente fissata al 60% dai valori di strike.

Tra le altre caratteristiche interessanti vi è la possibilità di richiamare anticipatamente il certificato qualora i sottostanti abbiano un prezzo superiore allo strike per le prime due date di osservazione, dopodiché il livello autocall decresce del 5% ogni 6 mesi fino a scadenza.

Vediamo ora più da vicino i sottostanti dello strumento.

Dopo Tmall (del gruppo Alibaba), JD.com è il principale player sul mercato del commercio elettronico B2C in Cina. Il fatturato dell’azienda negli ultimi 4 anni è cresciuto ad una media annualizzata del 22,67%, registrando un massimo storico a chiusura dell’anno fiscale 2022 pari a 1.046,16 miliardi di yuan (151,69 miliardi di dollari).

Finanziariamente JD.com ha dei flussi di cassa positivi, un livello di indebitamento molto basso e un rapporto rapido tra attivo circolante e passività correnti pari a 1,02.

Lo strike è stato fissato a 56,52 $ a -46,72% dal picco registrato a febbraio 2021. La barriera si trova a 33,92 $, poco sopra il più recente minimo registrato a fine ottobre 2022.

Alibaba Group, la “Amazon cinese”, è una multinazionale con sede ad Hangzhou composta da una serie di società attive nel campo del commercio elettronico, quali mercato onlinepiattaforme di pagamento e compravendita, motori di ricerca per lo shopping e servizi per il cloud computing.

Negli ultimi anni la società ha visto una crescita media annualizzata dei ricavi attorno al 28%.

Lo strike è stato fissato a 104,59 $ a -67,24% dal picco registrato ad ottobre 2020. La barriera si trova a 62,76 $, anche in questo caso di qualche punto superiore al minimo di fine ottobre 2022 pari a 58 $.

Ultimo, ma non ultimo, Baidu, principale motore di ricerca in Cina. La società è stata fondata nel 2000 da Robin Li e Eric Xu e ha sede a Beijing. Attraverso DU Group (o DU Apps Studio), la sua unità di business a livello globale, fornisce apps e servizi a più di 2 miliardi di utenti attivi. I livelli di fatturato dell’azienda nel corso degli ultimi anni non hanno visto un tasso di crescita come quelli di Alibaba o JD.com, ma comunque resta di fatto un’azienda che a fine 2022 ha generato ricavi per circa 18 miliardi di dollari e che può contare su una patrimonializzazione davvero notevole: basti pensare che la sola liquidità dell’azienda, senza considerare i crediti a breve termine o altre attività correnti, ammonta a circa 25 miliardi di dollari, contro passività correnti per 11,54 miliardi.

Lo strike è stato fissato a 140,10 $ a -60,52% dal picco registrato a febbraio 2021. La barriera si trova a 84,06 $, mentre il minimo di fine ottobre 2022 ha toccato i 73,58 $.

“La presente pubblicazione è stata preparata da WealthRoute, con sede legale in Viale Italia 203 – 31015 Conegliano, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. Gli emittenti e le società ad essi collegate non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le valutazioni, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione. Per informazioni su WealthRoute e sulle posizioni e conflitti di interesse dell’Editore, si prega di cliccare su questo link: Lista prodotti raccomandati – WR.pdf

Continua a leggere dal nostro blog: